arancio-bac
I luoghi di Roma Baccalà

La Garbatella: Piazza Sauli e Piazza Giovanni Da Triora

Il baccalà è, per la sua stessa storia, patrimonio della gente che attraverso ricette nate dall’esigenza, ma anche dal gusto, lo ha posto al centro di tavole famigliari, dov’è tutta la comunità a poterne godere.

Il luogo ideale per il racconto

Ed ecco che il quartiere di Roma GARBATELLA diventa il luogo ideale per il racconto, con la sua struttura urbana nata e concepita per accogliere famiglie, con le sue piazze ideate per l’incontro, con le sue strade dove è ancora bello passeggiare nel quartiere.

A cento anni dalla sua fondazione, questo quartiere dalle case basse e dai profili rotondi, ha mantenuto l’anima originale, diventando a sua volta una piccola città nel cuore della città più grande e maestosa. Roma Baccalà ha trovato il suo centro in Piazza Sauli dove sarà possibile allestire il corpo centrale dell’evento, nel centro della piazza che per la sua struttura ha già una predisposizione nel poter e facilmente gestire le nuove vie d’accesso che necessariamente dovranno essere pensate in tempo di Covid-19.

Il grande spazio mattonato di 1000 mt diventerà così la sede delle Cucine e Street Food.

Le due strade laterali, potranno essere allestite per il Mercato, in un lato e per i Laboratori Educativi nell’altro.
Il Teatro dello Scambio, dove si alterneranno i dibattiti, potrà essere allestito utilizzando la scalinata di Piazza Giovanni da Triora, cercando cosi di indirizzare il pubblico ed i partecipanti anche in altri luoghi oltre Piazza Sauli ed evitare così importanti assembramenti.

Qui, gli appuntamenti saranno 4 al giorno: 2 la mattina e 2 nel pomeriggio/sera.

Perché è importante organizzare Roma Baccalà e un mercato durante il periodo Covid-19

La pandemia, come purtroppo è noto, ha messo a dura prova le attività produttive di tutta Italia e l’economia mondiale. Ecco che in una città come Roma, la mancanza di turismo e visitatori ha messo in luce la fragilità di un sistema strettamente legato alla mobilità internazionale, ma non solo: la chiusura di ristoranti ha totalmente bloccato anche tutta la catena di fornitura connessa agli stessi.

Ecco che produttori e fornitori di materie prime -come extravergine e vino in primis- si trovano con una ingente quantità di invenduto e la necessità di trovare nuovi acquirenti.

Roma Baccalà si avvale della collaborazione con l’associazione culturale Olissea che organizzerà nell’ambito del mercato, l’Outlet dell’Olio e del Vino, dove si potranno acquistare buonissimi prodotti ad un prezzo molto conveniente, per aiutare un comparto in seria difficoltà e al tempo stesso dare la possibilità ai visitatori di acquistare un prodotto di grande qualità.

Le due strade laterali, potranno essere allestite per il Mercato, in un lato e per i Laboratori Educativi nell’altro.
Il Teatro dello Scambio, dove si alterneranno i dibattiti, potrà essere allestito utilizzando la scalinata di Piazza Giovanni da Triora, cercando cosi di indirizzare il pubblico ed i partecipanti anche in altri luoghi oltre Piazza Sauli ed evitare così importanti assembramenti.