fbpx
Garbatella, 9-10-11-12 Settembre 2021
Ingresso gratuito
Orario continuato dalle 12.00 alle 24.00

Irresistibili connessioni
tra cibo, religione, storia, miti e casualità

Roma per quattro giorni, offre un corale momento di gioia, portando in mezzo alla gente le tante sfumature di un incredibile prodotto: il baccalà.

Roma, centro del culto religioso più potente al mondo, città cosmopolita per antonomasia, diventerà la capitale culturale della cucina del baccalà e stoccafisso, con ricette e tradizioni, sintesi della fruttuosa contaminazione tra diversi riti religiosi che ancora oggi si incontrano e si scambiano emozioni, proprio nelle preparazioni del pesce più amato e cucinato del mondo.
Un tripudio di gusto che si trasforma nel culto del filetto fritto, perfetto street food ante litteram e ancora oggi simbolo di romanità e gioia.

Il profumo, l’assaggio, il gusto del baccalà preparato nelle tante possibili ricette. Saranno gli osti, i cuochi e gli chef a raccontarlo attraverso il loro piatto che verrà proposto nelle strade del quartiere. Sarà così possibile passeggiare, degustare e godersi la bellezza di Roma.

Tante ricette, tanta biodiversità, tanti prodotti da poter acquistare nel Mercato del Baccalà: gli stocchi delle migliori aziende, i baccalà sotto sale ma anche gli extravergini, i pinoli e le uvette, gli agli, i pomodori e le salse, le patate e i tegami che per ogni ricetta cambiano.

Assaggiando si impara, ma se c’è un maestro a disposizione, è meglio! Sarà allestita un’area dove imparare a realizzare le ricette italiane e straniere che hanno come protagonista il baccalà, svelando i segreti delle preparazioni più interessanti ed i tempi di cottura.

Ma prima ancora di cucinare, imparare a comperare questo fantastico prodotto, ed a riconoscerlo in un mercato globale dove spesso ciò che si acquista come baccalà, non lo è. A raccontarcelo saranno i maestri delle nostre cucine, che dagli osti agli chef stelle Michelin, ci insegneranno a cucinarlo, coinvolgendo anche le Accademie della Baccalà che da Venezia sino a Napoli si contendono il ruolo di miglior baccalà d’Italia. Inoltre i laboratori dedicati alla cultura del mare saranno condotti dal gruppo di educatori di Slow Food Roma.

Il Teatro dello Scambio sarà il luogo del confronto, dell’approfondimento, della conoscenza condotto da esperti di storia del cibo, biologi marini, antropologi, storici e teologi ma anche rappresentati delle culture straniere che hanno alla base della loro alimentazione il baccalà.